Gli sviluppatore del gioco del momento Pokémon Go hanno riconosciuto di aver commesso un errore nell’abilitazione del pieno accesso agli account Google quando gli utenti si iscrivono per giocare su iPhone di Apple.

In una dichiarazione via e-mail a USA Today, Niantic Inc. dichiara che l’app “richiede erroneamente” pieno accesso all’account Google del giocatore quando questi effettua il login con le proprie credenziali Google attraverso iOS, il sistema operativo mobile di Apple. Niantic dichiara che stanno lavorando a una patch, e Google dal canto suo limiterà le autorizzazioni richieste dall’applicazione.

“Pokémon Go accede solo alle informazioni di base del profilo Google (in particolare, l’ID utente e l’indirizzo email) e nessun altra informazione sull’account Google è stata raccolta,” si legge in una dichiarazione congiunta di Niantic e di The Pokémon Company. La dichiarazione sottolinea inoltre che Google ha verificato che nessuna informazione supplementare sua stata trasmessa per errore.

I giocatori hanno notato che le autorizzazioni concesse al gioco quando è collegato mediante un account Google prevedevano il pieno accesso ai dati. Secondo una pagina di supporto di Google, questo significherebbe che una app può “visualizzare e modificare quasi tutte le informazioni nell’account Google.” Ricordiamo che gli utenti possono anche accedere al gioco attraverso un account Club Pokémon, esente da questo problema di sicurezza.

Dal momento del lancio della scorsa settimana, Pokémon Go è stato un enorme successo, a giudicare da tutte le persone che improvvisamente si sono messe ad esplorare il mondo con i loro smartphone in mano, alla ricerca dei piccoli mostriciattoli digitali. Secondo una stima diffusa dalla società di ricerca SensorTower, il gioco è stato scaricato più di 7,5 milioni di volte su Apple App Store e Google Play. In entrambi i casi è in testa alle classifiche di download.

Il gioco combina la ricerca di Pokémon con la realtà aumentata. I giocatori usano il GPS per visualizzare una mappa della loro ubicazione, cercano i Pokémon presenti nelle vicinanze, per poi catturarli attraverso un mini-gioco che coinvolge la fotocamera dello smartphone .