Gabriele Rossi (28) attore, ballerino e direttore artistico italiano.

Dall’età di sette anni muove i primi passi nel mondo della danza. All’età di 15 anni vince una borsa di studio con il maestro Mauro Astolfi; successivamente vince il concorso “Danza Sì”, che lo porta a New York nella scuola di Merce Cunningham e presso l’Alvin Ailey dove amplia il suo bagaglio artistico, quindi si perfeziona presso la scuola del Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione di Paola Jorio.

Successivamente vince il primo premio come solista nel concorso internazionale Rieti Dance Festival e si aggiudica il primo posto anche come coreografo nello stesso concorso. Ha studiato anche nel Balletto di Toscana di Cristina Bozzolini a Firenze.

Ha lavorato come danzatore insieme agli etoile dell’Opera di Roma Mario Marozzi e Laura Comi in Trilogia Verdiana: Traviata, Rigoletto e Trovatore. A Miami, con la compagnia di danza contemporanea GRDC di cui è il direttore artistico nonché il coreografo, presenta uno spettacolo dal titolo Pictura Morta ispirato alla pittura del Tintoretto in collaborazione con Roger Salas che ne cura l’impianto scenico e i costumi.

Nel 2015 debutta come protagonista sul grande schermo nell’opera cinematografica Il Giorno Dopo di Ruggero Deodato.

Dal 2008 intraprende la carriera di attore: dopo aver debuttato nella parte del figlio di Margherita Buy nella miniserie televisiva Amiche mie, in onda su Canale 5, è coprotagonista nel ruolo di Fortunato Di Venanzio nella miniserie L’onore e il rispetto – Parte seconda del 2009, anno in cui debutta sul grande schermo con il film Meno male che ci sei, per la regia di Luis Prieto.

Attore di molte fiction televisive come Tutti pazzi per amore 2 e 3, L’onore e il rispetto 3, Un passo dal cielo e Don Matteo 9.