La Guardia Costiera riceve un SOS e il maresciallo Serra con la sua squadra partono in soccorso del barcone in difficoltà al largo delle coste di Lampedusa.

Serra, che è appena stato trasferito dalla Capitaneria, si trova ad affrontare la sua prima missione di salvataggio.

Giunti all’imbarcazione si rendono conto di trovarsi di fronte ad una piccola e fragile scialuppa riempita oltre ogni immaginario, di poveri disperati in fuga.

Portati al Centro di Prima Accoglienza dell’isola di Lampedusa, gestito da Viola, i migranti vengono messi in salvo.

Tra i migranti soccorsi c’è un ragazzino egiziano di nome Dhaki, che entra subito nelle simpatie di Viola. Dhaki ha lasciato sulla costa libicala la sorellina Sana e la madre Fatima, che attendono il prossimo viaggio per raggiungerlo, ma purtroppo, sono in balia dei trafficanti di clandestini, uomini violenti e senza scrupoli.

I migranti, che non si aspettavano certo di rimanere “intrappolati” nel centro di accoglienza, decidono di fare uno sciopero della fame.

Nel frattempo, il maresciallo Serra, s affeziona a al ragazzino egiziano e decide prolungare il suo incarico a Lampedusa.