Un futile motivo avrebbe spinto una ragazza a uccidere un gatto nella lavatrice. L’unica colpa del povero micio è stata quella di aver cercato di accoppiarsi con la gatta della ragazza. Non gradendo la cosa, questa squilibrata ha preso il gatto nero e l’ha infilato nella lavatrice, azionando il pulsante per il lavaggio.

Come riporta il sito El Espanol, la ragazza ha pubblicato la sua impresa su Instagram, con tanto di titolo “Gatolavadora” ed emoticon divertenti. Il povero animale però non è morto immediatamente. “Non era stato lavato bene, quelli che dicono che i gatti hanno nove vite sembra abbiano ragione, figlio di p….”, ha scritto. La ragazza ha quindi deciso di far partire un altro lavaggio, che è stato fatale.

L’intervento del partito animalista spagnolo è stato immediato, e ha chiesto una condanna esemplare. Nel Paese, al momento, la pena massima per chi maltratta gli animali, fino a ucciderli, è di un anno e mezzo di reclusione, pena sospesa in caso di primo reato.

Troppo poco secondo l’associazione e le oltre 320mila persone che hanno firmato una petizione sulla nota piattaforma change.org.